Se non trovi su questa pagina le informazioni che cerchi, non esitare a chiedere! 

Se non l'hai ancora fatto, puoi richiedere qui un colloquio di orientamento gratuito.


Presupposti generali

Una consulenza Feng Shui è un’esperienza che non si ripete spesso, e che può alterare per sempre il corso della tua vita. Se la richiedi, è perché hai compreso quanto davvero profonda sia l’influenza del tuo ambiente sulla tua persona e sull’andamento della tua vita. Il mio consiglio a questo punto è: “vai fino in fondo”.

Ossia, approfittane per sviscerare i problemi che più ti affliggono e per affermare gli obiettivi più importanti a cui miri.

Nulla è certo fino a che non verifichiamo la qualità del tuo spazio: può essere che la tua situazione interiore ed esistenziale sia ritratta in modo emblematico, e che l’ambiente offra l’opportunità di trasformazioni decisive, o può essere che la struttura dell’ambiente precluda cambiamenti importanti. In entrambi i casi, la consulenza ti sarà utile nella misura in cui:

  1. 1
    ti impegnerai nell’affrontare gli ostacoli, blocchi e verità scomode della tua vita (se ve ne sono)
  2. 2
    condividerai con me i tuoi reali timori, desideri e aspirazioni

Il secondo punto è fondamentale: più mi sarà chiaro da dove provieni e dove vuoi arrivare, e meglio potrò guidarti. Benché il Feng Shui agisca tramite l’ambiente di vita, l’ambiente è pur sempre solo uno strumento: il mio lavoro è incentrato sulla persona, sulla sua vita interiore, sui suoi obiettivi e sugli ostacoli che incontra nel perseguirli. Ecco perché la confidenza tra cliente e consulente è il migliore presupposto per la riuscita ottimale della consulenza.

Cosa ti chiederò di fornirmi

Per impiegare gli strumenti del Feng Shui al massimo del loro potenziale avrò bisogno di alcuni dati.

Principalmente:

1. La planimetria aggiornata del sito in questione, compresi gli esterni di proprietà

2. La descrizione di particolari percezioni/ricordi riguardanti l’immobile e la tua vita al suo interno; eventi importanti verificatisi da quando si è presa dimora


Secondariamente, ove possibile:

3. L’anno di costruzione dell’edificio, e di eventuali lavori di ristrutturazione importanti

4. Le date (anche approssimative) del trasferimento e degli avvenimenti più importanti vissuti in quel contesto

Queste informazioni possono variare in base al tipo di immobile e alla situazione e richieste specifiche del cliente; su questo ci accorderemo durante il primo colloquio esplorativo.

Come si svolge la consulenza in pratica

Primo colloquio preliminare

(GRATUITO, durata max.1 ora)

Abbiamo occasione di conoscerci.
Definiamo gli obiettivi della consulenza.
Consegna modulo preventivo e informazioni dettagliate sulle procedure della consulenza.

Secondo colloquio

(circa 1-2 ore)

Andiamo ad approfondire e arricchire le informazioni riguardanti edificio, vita personale/familiare/lavorativa, percezioni personali, ecc.

Subito a seguire: visita in loco

(circa 2-4 ore)

Mi riservo il tempo per l’analisi percettiva dell’ambiente in questione: questa é la parte principale della consulenza.

La visita del sito è uno dei momenti più importanti e delicati della consulenza. 

Come spiego qui, un vero praticante Feng Shui lavora con la sua percezione per ricevere e riconoscere correttamente gli impulsi dell’ambiente che esamina.

Si tratta di un lavoro che richiede non solo esercizio, ma anche grande concentrazione. Ecco perché dedico ampio spazio ai nostri colloqui prima e dopo l’esame dell’ambiente: durante la visita, ti chiederò di lasciarmi sola e in silenzio affinché possa accedere al livello percettivo più profondo.

È quindi della massima importanza che l’appuntamento non coincida con altre attività casalinghe come pulizie, pranzo, feste, lavori di manutenzione e simili, o con orari lavorativi in caso di uffici/negozi/costruzioni in cantiere.

Consegna della relazione

(3-4 settimane dalla visita)

Nella relazione illustro i punti problematici e le potenzialità riscontrate nell’analisi, e propongo una serie di possibili interventi in ordine di priorità e in relazione agli obiettivi concordati inizialmente.

Eventuale verifica successiva

Dato che la consulenza può catalizzare cambiamenti importanti, accade spesso che segua ad essa una fase di intensa trasformazione della persona e della sua vita, in seguito alla quale ella è spinta ad “aggiornare” i suoi obiettivi e i suoi piani. È quindi utile in molti casi fare una verifica a distanza di tempo (almeno 6 mesi-1 anno) per verificare l’effetto degli interventi e apportare eventuali modifiche e integrazioni, in base agli sviluppi più recenti.